venerdì, ottobre 07, 2005

Prove tecniche di guerra



Dal corriere della sera di oggi:
"Uragano Stan: 250 morti in Centro America
Molte zone isolate, centinaia di dispersi. Crollati ponti e strade, interrotte le comunicazioni. Centinaia di migliaia di senza tetto

GUATEMALA CITY - L'uragano Stan non era molto forte, oscillante tra la categoria 1 e la tempesta tropicale. Ma se un ciclone anche debole colpisce una zona del Terzo mondo può provocare centinaia di vittime e centinaia di migliaia di senza tetto. Stan ha infatti causato almeno 250 morti in America centrale tra Messico, Guatemala, El Salvador, Nicaragua e Honduras. "

Ormai ci siamo, la tecnologia la abbiamo. I recenti avvenimenti mi portano a pensare che tutto sia pronto ed operativo. Le devastanti inondazioni di qualche tempo fa in centroeuropa, nessuno ricorda pioggie cosi' fitte in Germania, il recente Katrina, e adesso Stan. Possono solo essere coincidenze???

Mi ricollego al post del 28 settembre.

Si chiama H.A.A.R.P., acronimo di High-frequency Active Auroral Research Program (Programma di Ricerca Aurorale Attivo ad Alta frequenza): è un oscuro progetto militare statunitense, con base a Gakona in Alaska.
Dietro la facciata di ricerca scientifica volta al miglioramento di radar, comunicazioni, sistemi geofisici per la ricerca di petrolio e depositi militari si nasconde lo sviluppo sperimentale di una superpotente tecnologia di irradiamento a radio-onde capace di dirigere quantità altissime di energia in località strategiche del pianeta. Come? Sollevando con un raggio estese aree della ionosfera, quella zona dell'atmosfera compresa tra 40 e 600 miglia, e riscaldandole; onde elettromagnetiche rimbalzano indietro sulla terra e penetrano qualsiasi cosa vivente e/o morta.H.A.A.R.P. utilizza i più elevati livelli di energia mai adoperati che provocherebbero modificazioni molecolari dell'atmosfera con conseguenti cambiamenti climatici, non solo ma le onde riflesse sulla superficie terrestre sarebbero in grado per la loro intensità e penetrazione di manipolare e disgregare i processi mentali umani. Secondo alcuni scienziati l'utilizzo improprio e sconsiderato di tale energia potrebbe avere conseguenze cataclismatiche.
L'importante dibattito sul riscaldamento globale patrocinato dalle Nazioni Unite fornisce solo una immagine parziale del cambiamento climatico; oltre al devastante impatto delle emissioni di gas-serra nello strato d'ozono, il clima mondiale può ora essere modificato come parte di una nuova generazione di sofisticate "armi non letali" (non-lethal-weapons). Sia gli americani che i russi hanno sviluppato le capacità di manipolare il clima del mondo.

HAARP E' UN'ARMA DI DISTRUZIONE DI MASSA NON SOTTOPOSTA AD ALCUN NEGOZIATO.
Da un punto di vista militare, HAARP è un'arma di distruzione di massa. Potenzialmente costituisce uno strumento di conquista in grado di destabilizzare selettivamente sistemi agricoli ed ecologici di intere regioni.
La rinomata scienziata dott. Rosalie Bertell conferma che "gli scienziati militari degli Stati Uniti stanno lavorando sui sistemi climatici come potenziale arma. I metodi includono l'accrescimento delle tempeste e la deviazione dei fiumi di vapore dell'atmosfera terrestre per produrre siccità o inondazioni mirate. Già negli anni '70 il vecchio consigliere per la Sicurezza Nazionale Zbigniew Brzezinski aveva previsto nel suo libro "Tra Due Epoche" che:"...La tecnologia renderà disponibile, per i leader delle maggiori nazioni, tecniche per condurre una guerra segreta, per la quale sarà necessario considerare solo una minima parte delle forze speciali (...) Tecniche di modificazione del clima potrebbero essere impiegate per causare prolungati periodi di siccità o tempesta..."

INGANNANDO L'OPINIONE PUBBLICA HAARP E' COMPLETAMENTE OPERATIVO
Non ci sono prove che HAARP sia stato utilizzato. HAARP potrebbe essere utilizzato dai militari degli Stati Uniti per modificare selettivamente il clima di una nazione "non amica" o di uno "stato canaglia" con l'obiettivo di destabilizzarne l'economia nazionale.

E siamo solo all'inizio.....Prevedo che in Cina ci saranno strani temporali e ancora piu' strane siccita'. Ma HAARP non esiste.

The greatest trick the devil ever pulled was convincing the world he didn't exist ... (Verbal Kint)

5 Comments:

Blogger FakeBeppeGrillo said...

Mhhhhh....
Forse sono solo delle prove tecniche?
Speriamo di no.
Anche perché altrimenti Kyoto non avrebbe proprio senso.

Ciao, Jo

11:36 PM  
Anonymous alekxandros said...

Haarp e scie chimiche, se ne sente parlare spesso, soprattutto su internet...speriamo non sia vero...

http://alekxandrosblog.splinder.com/

12:10 AM  
Blogger Cri said...

Per l'esistenza di HAARP non ci sono dubbi. Esiste il sito ufficiale ed e' in collaborazione con la difesa statunitense.

Per quanto riguarda le scie chimiche credo sia una stronzata!!

P.S: ho aggiutno il tuo blog ai miei link, spero tu faccia la stessa cosa col mio
C.

1:59 AM  
Anonymous andrea said...

A me sembrerebbe un uso ASSOLUTAMENTE scriteriato della tecnologia, penso che lo sappiano tutti che "il battito delle ali di una farfalla in Cina può, in linea di principio, provocare un tornado all'altro capo del globo"

12:23 PM  
Anonymous Anonimo said...

Clouds of death

http://www.orgoneitalia.com/downloads/cod.wmv

http://www.orgoneitalia.com/galleryfoto.htm

http://www.orgoneitalia.com/galleryfoto2.htm

http://www.orgoneitalia.com/galleryfoto3.htm

9:07 PM  

Posta un commento

<< Home